domenica 17 febbraio 2008

Vorrei morire ora che mi avvolge di M.L.Spaziani



Vorrei morire ora che mi avvolge
dalla pianta dei piedi una corrente
calda di sangue su fino alle orecchie.
Voluttà dell'assenza, artiglio nero.

Voracissimi insieme corpo e anima
vanno addentando l'aria alla ricerca
d'un corpo saldo. E tu, gran stella opaca
che una suprema luce investe -

Nessun commento:

Posta un commento