martedì 5 febbraio 2008

Pericoli di Kostandìnos Kavafis



Disse Mirtia (studente siriano
ad Alessandria sotto il regno
di Costante Augusto e di Costanzo Augusto,
mezzo pagano e mezzo cristiano):
"Fortificato dallo studio e dalla meditazione
non avrò timore, per viltà, delle mie passioni.
Ai piaceri darò il mio corpo,
ai godimenti fantasticati,
ai più temerari desideri d'amore,
agli ardori sensuali del mio sangue,
senza alcun timore, perché quando vorrò -
non mi mancherà la volontà, fortificato
dallo studio e dalla meditazione -
saprò ritrovare nei momenti critici
il mio spirito d'asceta di prima".

dal libro Poesie d'amore di Kostandìnos Kavafis

Nessun commento:

Posta un commento