sabato 9 febbraio 2008

Omelia del giorno 10 Febbraio 2008 di Monsignor Riboldi

Omelia del giorno 10 Febbraio 2008

I Domenica di Quaresima (Anno A)

Quaresima, richiamo alla serietà

Vorrei fare nostra la preghiera di un carcerato: “Signore, sono davanti a te come una brocca rotta, mi spaventa la mia povertà, però mi consola la tua tenerezza.
Se tu vuoi, con la mia stessa creta, puoi fare un’altra brocca, come ti piace; Signore, cosa ti dirò, quando mi chiederai il conto?
Ti dirò che la mia vita è stata un fallimento: ho volato molto in basso.
La mia vita è come un flauto, piena di buchi, ma prendila tra le tue mani.
Che la tua musica passi attraverso di me e sollevi i miei fratelli, che sia per loro armonia e ritmo, che accompagni il loro camminare: allegria semplice dei loro passi stanchi”.

Nessun commento:

Posta un commento