giovedì 7 febbraio 2008

Le parole che non ti ho detto di Nicholas Sparks

Prologo

La bottiglia venne lanciata in acqua in una calda serata estiva, poche ore prima che incominciasse a piovere. Naturalmente si sarebbe rotta se fosse stata gettata in terra, ma, sigillata con cura e affidata al mare, si trasformò in un natante dei più sicuri, in grado di attraversare uragani e burrasche tropicali, e di galleggiare sulle correnti più pericolose, Era l'involucro ideale per il messaggio che custodiva al suo interno, un messaggio spedito per esaudire una promessa.
Come tutte le bottiglie lasciate al capriccio degli oceani, aveva una rotta imprevedibile. Venti e correnti giocano una parte importante negli spostamenti di qualsiasi bottiglia, burrasche e residui galleggianti possono cambiarne la direzione. Di tanto in tanto una rete da pesca le trascina per miglia nella direzione opposta a quella in cui navigano. Il risultato è che due bottiglie lanciate contemporaneamente nell'oceano possono finire su due continenti agli antipodi. Non c'è modo di prevedere dove si arenerà una bottiglia, e questo fa parte del mistero.
E' un mistero che affiscina gli uomini da sempre, e c'è chi ha tentato di saperne di più. Nel 1929 un gruppo di scienziati tedeschi decise di seguire il viaggio di una bottiglia. Fu lanciata nell'Oceano Indiano meridionale, con un messaggio chiedeva a chi l'avesse trovata di segnalare il luogo di ritrovamento e di rimetterla in mare. Sette anni dopo, nel 1935, la bottiglia aveva fatto il giro del mondo, percorrendo circa 16.000 miglia, la distanza più lunga registrata ufficialmente.
I messaggi nelle bottiglie hanno una tradizione secolare, che vanta come protagonisti anche grandi personaggi storici. Benjamin Franklin, per esempio, usò bottiglie contenenti messaggi per studiare le correnti della costa orientale degli Stati Uniti intorno alla metà del Settecento; le informazioni che raccolse sono utili ancora oggi. Persino la Marina degli Stati Uniti usa bottiglie per raccogliere dati su maree e correnti: spesso questo metodo viene utilizzato anche per determinare la direzione delle chiazze di petrolio....

dal libro Le parole che non ti ho detto di Nicholas Sparks

Nessun commento:

Posta un commento