domenica 13 gennaio 2008

Quale grido di Giuseppe Ungaretti


Nelle sere d'estate,
Spargendoti sorpresa,
Lenta luna, fantasma quotidiano
Del triste, estremo sole,
Quale grido ridesti?
Luna allusiva, vai turbando incauta
Nel bel sonno, la terra,
Che all'assente s'è volta con delirio
Sotto la tua carezza malinconica,
E piange, essendo madre,
Che di lui e di sé non resti un giorno
Neanche un mantello labile di luna.
dal libro Vita d'un uomo di Giuseppe Ungaretti

Nessun commento:

Posta un commento