sabato 12 gennaio 2008

Per perpetuarsi di Kostandinos Kavafis



http://www.webgratuito.com/index/wp-content/uploads/2007/07/betty-boop.gif

L'una di notte, forse,
o l'una e mezza.

In un angolo della bettola,
dietro quella parete di legno.
Il locale completamente vuoto, salvo noi due.
Appeno la illuminava una lampada a petrolio.
Dormiva, vicino alla porta, l'insonnolito cameriere.

Nessuno ci avrebbe visti. Ma già
eravamo tanto accesi
che ci era impossibile avere precauzioni.

I vestiti si aprirono a metà - erano pochi
perché ardeva la canicola divina di Luglio.

Godimento di carni tra
vestiti semiaperti:
rapida nudità delle carni - la sua parvenza
ventisei anni ha attraversato: ed ora vien
per perpetuarsi in questi versi.

dal libro Poesie d'amore di Kostandinos Kavafis

Nessun commento:

Posta un commento