venerdì 18 gennaio 2008

Laicismo sempre più debole di Giovanni Certomà


http://www.qumran2.net/qumrancd/disegni/archivio/2846.jpg

Fare degli interventi su questa tematica non è mai stato facile ed ancor più non lo è nel momento storico che si sta vivendo in Italia in questo periodo. La debolezza del ”Laicismo”, o quanto meno di alcuni suoi rappresententanti, è emersa in tutta la sua nudità nei giorni che hanno preceduto e seguito il mancato intervento di Papa Benedetto XVI presso l’Università degli Studi, ”La Sapienza”, di Roma. Sugli oltre 4000 docenti che operano in questa prestigiosa Università, un piccolo ”manipolo” di 66/67 docenti aveva scritto una lettera con cui si dichiarava contrario al fatto che il Papa intervenisse e parlasse. E tutto questo in nome del ”Laicismo”, loro sostengono. Di fatto il Pontefice, personalmente, non si è recato, vedendosi negare così la libertà di espressione del proprio pensiero; anche se dopo il suo discorso è stato integralmente letto dal Magnifico Retttore. Di fatto, una persona, che in questo caso era il Papa, si è vista negare la libertà di espressione, per mezzo della sua persona. Ora se il ”Laicismo” è convinto di negare a Chi ha visioni della vita e dell’esistenza differenti alle sue di non esprimersi, mi pare che ci si trovi in uno stato di ”fascismo” ideologico - culturale senza precedenti!

http://www.giovannicertoma.it/

Nessun commento:

Posta un commento