domenica 20 gennaio 2008

La rosa blu


http://img287.imageshack.us/img287/7317/rosablu4go.gif

Iin un grande giardino, in mezzo a tanti fiori, dai colori più belli e più sgargianti, viveva una rosa, ma una rosa dallo sguardo così intenso e dal profumo più delicato, che era impossibile non notarla.
Un rosa blu, che aveva un grande dono, sapeva ascoltare tutti i fiori, che ogni volta si rivolgevano alla rosa blu per avere consigli e ogni volta erano soddisfatti e contenti e tornavano a casa sereni. Si rivolgevano alla rosa per tanti dubbi, problemi e per tanti piccoli problemi pratici.
Anche le foglie del giardino cercavano quella rosa blu, perché a volte nascevano foglie troppo invadenti e toglievano lo spazio, e la rosa riusciva a consolare anche queste foglie con tutti i loroproblemi.
La rosa blu accontentava tutti senza far distinzione di fiori e di foglie, era amica di tutti e per tutti era un gran conforto che ci fosse quella rosa nel loro giardino, anzi non avevano mai capito cosa ci facesse un fiore così diverso da loro, ma erano così contenti che non se lo chiesero mai, perché erano presi dai loro problemi.
Ma pure la rosa aveva un segreto: era la rosa più bella di un giardino pieno solo di rose, rose tutte diverse, e tutte molto belle, quasi perfette, nulla mancava a loro, bellezza, intelligenza, linguaggio perfetto. Insomma non si capiva come mai la rosa blu avesse abbandonato un giardino simile.
Ma la rosa aveva un segreto: un cuore pieno di amore e di gioia per il mondo e la vita, e aveva tanta voglia di portare una ventata di affetto a tutti, così ogni tanto si spostava da un giardino ad un altro, perché conosceva il segreto più grande, sapeva come rendere felici i fiori, e questa felicità restava in eterno.
Era la rosa blu della felicità, della vita e dell'eternità.

Nessun commento:

Posta un commento