lunedì 7 gennaio 2008

La cinese Sun Yingjie prova a preparare le Olimpiadi di Pechino di Giovanni Certomà


http://newsimg.bbc.co.uk/media/images/40037000/jpg/_40037569_yingjie270.jpg

La storia di questa maratoneta e fondista cinese è davvero singolare. Proviamo a ricostruirla sinteticamente, ma in modo esauriente. La Sun acquista notorietà grazie alla medagli di bronzo conquistata nei 10.000 mt ai Mondiali di Parigi del 2003. Due anni dopo rimane vittima di una macchinazione che per Lei risulterà fatale. La Sun vine trovat positiva agli steroidi il 17 ottobre 2005 durante i Giochi nazionali cinesi. Lei subito si proclama innocente ed alcuni fanno notare un fatto alquanto strano per una che volontariamente si sarebbe dopata: ”il giorno prima, dopo aver vinto la maratona, Sun si era sottoposta agli esami ed era risultata pulita. Un giorno dopo, con l’argento dei 10.000 al collo, cambia tutto. Perché doparsi nel mentre di una manifestazione? Perché non farlo dall’inizio, oppure non farlo proprio per niente?” Tutto, quasi subito, si chiarisce: ”a doparla è stato, a sua insaputa, un suo collega, Yu Haijiang, che la maratoneta cita in giudizio. Un tribunale le da ragione: Yu ha di nascosto versato otto pastiglie ’proibite’ nella sua zuppa. Lo ha fatto perché, parola del colpevole, ”volevo aiutarla, voglio farla vincere, sono pazzo di lei”. La Sun, dopo questa dichiarazione di colpa di Yu, era convinta di venire assolta, ma la Federazione Internazionale, per bocca del suo vicedirettore, Shen Chunde, spiega che ”Sun è risultata positiva all’antidoping. E le norme dell’antidoping non dipendono né dalle leggi nazionali né dalle sentenze dei tribunali”. Dunque scatta la squalifica di due anni che da poco si è estinta. La Sun è ritornata alle gare ufficiali alla recente Maratona di Xiamen, dove si è piazzata decima. Alla fine della gara la Sun ha dichiarato: ”E’ stato un buon allenamento in vista delle selezioni per le Olimpiadi. Non sono sicura di farcela, ma farò del mio meglio”. La campionessa cinese di fondo, Sun Yingjie, medaglia di bronzo ai campionati del mondo di atletica leggera, si sta preparando per le Olimpiadi di Pechino dopo avere scontato una squalifica di due anni per doping. Lo ha dichiarato la stessa Sun al termine della maratona internazionale di Xiamen, dove si è classificata al decimo posto. ”E’ stato un buon allenamento in vista delle selezioni per le Olimpiadi. Non sono sicura di farcela, ma farò del mio meglio” - ha detto la Yingjie.
*Pubblicato su http://www.trackandfieldchannel.net/
http://www.giovannicertoma.it/


Nessun commento:

Posta un commento