mercoledì 16 gennaio 2008

Il Profeta di Kahlil Gibran


http://img513.imageshack.us/img513/7206/tiamogm6.gif

E di nuovo avanzò la sacerdotessa e disse: "Parlaci della Ragione e della Passione":
E lui rispose, dicendo:
L'anima vostra è sovente un campo di battaglia sul quale ragione e giudizio si scontrano con le passioni e gli appetiti in voi.
Potessi far da paciere nell'anima vostra, e tramutare la discordia e la rivalità dei vostri elementi in una sola armonia!
Ma come potrò io riuscirvi, se anche voi non sarete i fautori della pace, se non amerete ogni vostro elemento?
La vostra ragione e la vostra passione sono il timore e la vela dell'anima che sull'oceano errando va.
Se la vela cede o il timone si spezza, finite senz'ordine alla deriva, o immobili restate in mezzo al mare.
Poiché se soltanto la ragione comanda è forza che imprigiona; e la passione priva di controllo alcuno è fiamma che brucia e distrugge.
Lasciate quindi che l'anima vostra esalti la vostra ragione fino alla passione, cosicché possa cantare; possa risorgere ogni giorno e come fenice innalzarsi sopra le proprie ceneri.
Vorrei consideraste il giudizio e l'appetito come due benamati ospiti nella vostra casa.
Non dareste certo più onore all'uno a scapito dell'altro; giacché chi ha più cura di uno perde l'amore e la fiducia d'entrambi.
Quando tra le colline sedete nella frescura dei pioppi bianchi e condividete la quiete e la serenità dei campi e dei prati lontani - ebbene, lasciate che il cuore dica in silenzio: "Dio riposa nella ragione".
E quando la tempesta giunge, e il vento possente scuote il bosco, e tuoni e lampi proclamano la maestà del cielo - allora che il cuore vostro dica riverente: "Dio si muove con passion".
E poiché siete un alito nella sfera di Dio, e una foglia della sua foresta, voi anche dovreste riposare nella ragione e muovervi con passione.

dal libro Il Profeta di Kahlil Gibran

Nessun commento:

Posta un commento