sabato 12 gennaio 2008

FABIO MARRI, il professore - podista tra le pagine della linguistica italiana di Giovanni Certomà


http://www.linternaute.com/sortir/cinema/diaporama/06/10-millions-classement/bambi.jpg

Da quasi due anni non leggiamo assiduamente come prima i suoi articoli e troviamo scritto ”di Fabio Marri’”. E la sua assenza, soprattutto dai siti web che si occupano di podismo, si sente e non poco. Girovagando per l’Italia mi capita spesso di sentirmi dire ”senza la direzione di Marri, Podisti.net e tutto l’ambiente che scrive di corsa su strada, ha perso quello spessore culturale e di raffinatezza linguistica che solo Lui riusciva a conferire”. Probabilmente non tutti conoscono la poliedricità di interessi e attività di Fabio Marri. La corsa da lungo tempo occupa una parte della sua vita: ’”cominciai il 25 marzo 1972, pensa un po’!”. Da quella data ha corso 16 ultra, 199 maratone, 252 maratonine, per un totale di 1808 gare in 35 anni di attività . Il professore modenese nell’anno 2007 appena trascorso ha un bilancio di tutto rispetto: ”Crevalcore è¨ stata la mia 98esima del 2007 (due gare in meno rispetto al 2006, per le lunghe soste successive all’UTMB), a coronare un anno che seppur povero di risultati cronometrici (il meglio è¨ un 3.39 a Treviso) mi ha visto completare 10 maratone (in Italia, Austria, Svizzera, Germania, Ungheria) e 3 ultra, tra cui due decisamente toste: l’Ultra Trail Mont Blanc appunto, 163 km con 9400 mt di dislivello, quasi tutti su sentieri, che ho chiuso in 40 ore nette al 780° posto su 2200 partiti (e questo lo ritengo il capolavoro della mia carriera, dopo di che potrei anche smettere), e il Gran Trail della Valdigne, 84 km con 4 passi oltre i 2500 metri, chiuso in 20 h 32”. La corsa, pero' non è ¨ tutto per Lui. Fabio Marri, infatti, è¨ professore ordinario della cattedra di Linguistica Italiana presso l’Università degli Studi di Bologna e legata all’attività professionale si riconducono le sue numerose pubblicazioni. Senza enumerarle tutte mi limito a segnalare solo i lavori del 2007. In marzo ”Lingue di terra”, una sintesi di storia linguistica regionale di 600 pagine; in luglio ”Riflessioni sull’italiano”, un manualetto di linguistica di 200 pagine (in collaborazione con due studentesse); in novembre ’’I miserabili in prosa. Il Novecento’’, antologia di autori italiani con commento linguistico (in collaborazione con due colleghi). Il 18 dicembre ha consegnato un quarto libro, anche questo in collaborazione, una bibliografia del carteggio muratoriano che arriverà a 500 pagine. E ancora ha pubblicato la voce ”Muratori” per l’Enciclopedia Filosofica Bompiani, uscita lo scorso anno in nuova edizione. Ditemi come si fa a non sentire la mancanza di un ”peso culturale” di tal fatta? In attesa di rileggerlo più assiduamente sul web, magari proprio su www.trackandfieldchannel.net, Marri tiene una rubrica fissa sulla Gazzetta di Modena e il 15 marzo prenderà parte a un congresso a Carpi sulla storia di Dorando Pietri.
*pubblicato su www.trackandfieldchannel.net
Contatti: juvalta@libero.it
www.giovannicertoma.it

Nessun commento:

Posta un commento