mercoledì 2 gennaio 2008

Acqua innocente di Medbh McGuckian



 

Orecchini perduti, un impeto
di verde acre
nella stagione sbagliata.

Come poterono maturare
nella notte avventata?
Morirono che erano ancora così scarni
morirono che erano ancora così scuri,
come falchi,
come nuvole fumigate,
l'una si asciuga rapida,
l'altra si è già asciugata.

Il caldo principiare di una lettera
come d'agosto, solo più lieve,
vela lo sguardo
che ha appena veduto
l'autunno con un buco nel cuore,
come quando si mette a tacere
il telefono e l'Atlantico intero.

Nessun commento:

Posta un commento