venerdì 11 gennaio 2008

2° Mezza Maratone "Delle Due Perle" 11/02/2007 di Giovanni Certomà


foto da www.giovannicertoma.it

Ritratto di maratoneta: Ornella Ferrara
Siamo abituati a vederla in gara, alle prese con le avversarie, e poco conosciamo del suo privato familiare. E’ un’atleta dalla dolcezza infinita che si manifesta in ogni circostanza ed in particolare coi bambini e con i suoi due figli, che non smentendo la genetica, amano sin d’ora correre. E non poteva essere altrimenti avendo una mamma come Ornella e un padre, Corrado Bado, anch’egli maratoneta, compagno non solo nella vita, ma anche negli allenamenti e in qualche gara importante come Roma 2004. In quella maratona, infatti, Ornella vinse, siglò il proprio personale e sempre accompagnata dalla sua dolce metà, che le ha fatto da pacemaker personale, dettandole il ritmo giusto. Dopo quella vittoria, che le era valsa la convocazione in maglia azzurra alle Olimpiadi di Atene, i soliti fastidi tendinei, di cui ha sempre sofferto Ornella, sono riemersi prepotentemente, impedendole di ritornare a correre come lei sa fare. L’atleta lombarda dunque, ha deciso di sottoporsi, il 13 febbraio scorso, all’ennesimo intervento chirurgico, con la speranza di trovare una soluzione ai suoi fastidi.


2^ MEZZA MARATONA ”DELLE DUE PERLE”
11 Febbraio 2007 -
S. Margherita ligure - PortofinodiGiovanni CertomàSeconda edizione di una mezza che si svolge su un circuito a dir poco stupendo! E il numero dei partecipanti, oltre 1700, è un segno tangibile di quanto attragga l’andarivieni per quattro volte, da S. Margherita Ligure a Portofino. Il ritorno -Portofino S. Margherita - dà la sensazione di essere portati ”in carrozza”, si va praticamente quasi col pilota automatico; par si venga cullati dalla visione del mare che accompagna con la sua brezza i passi di noi podisti. Molto migliorata -rispetto allo scorso anno- la distribuzione del pettorale e la restituzione del chip, così come anche il rifornimento a Portofino. Ancora una volta, invece, il tallone d’Achille è stata la mancanza di uno speaker ”serio”, quello presente non ha neppure avvertito quanto mancasse alla partenza. La gara maschile è andata al marocchino El Hachimi Mohamed (1:07:29) che ha preceduto di poco l’ugandese Nyombi (1h09’10”); al terzo posto, staccato sensibilmente, Khelifi Mehdi (1h09’10”). In chiave femminile, l’assenza della Cocchetti, non presente per influenza, ha permesso a Viviana Rudasso di aggiudicarsi la prova con il crono di 1h18’54”. Battaglia fino all’ultimo, invece, per la seconda e terza piazza, dove si sono piazzate rispettivamente, Maura Rinaldo (1h19’36”) e Daniela Vassali (1h19’44”). Indubbiamente promossa questa seconda edizione, sicuro che il prossimo anno il mio amico Fenelli -organizzatore- la prima cosa a cui penserà sarà proprio lo speaker. L’ intera manifestazione, già da sabato, ha visto la presenza della testimonial Ornella Ferrara e del due volte campione mondiale dei 3000 mt indoor Genny Di Napoli, in qualità di rappresentante Saucony, sponsor tecnico della gara. Buona anche la prestazione dell’eterno ragazzo di Monghidoro, Gianni Morandi, che ha chiuso in 1h41’.
Certomà e Ornella Ferrara
Genny Di Napoli
Nyombi - 2° classificato
la maratoneta Ornella Ferrara
l’organizzatore Nicola Fenelli
l’assessore allo Sport, Aricco
Viviana Rudasso - 1^ classificata
Maura Rinaldo - 2^ classificata
Daniela Vassalli - 3^ classificata
podio femminile
El Hachimi Mohamed - vincitore
Khelifi Mehdi - 3° posto

www.giovannicertoma.it

Nessun commento:

Posta un commento